In SINTESI 2022, si respira un'aria nuova

posso sostenere che in questa mostra di sessantatré artisti, si respira un’aria nuova, salubre: sa di colore, di arte, di prove immaginative e anche di ri-evoluzione personale.

Genio e Follia nel percorso creativo - di Angelo Vigliotti

Un libro certamente singolare, una sorta di enciclopedia sul carattere dei diversi autori. E per chi si domanda spesso come me se un artista corrisponda a ciò che èoppure lo fa e basta, questo libro lo rivela. Scoprendo così quanto vero esista nelle produzioni e nella vita di tutti questi personaggi.

Poesia

La pioggerellina di marzo di Angiolo Silvio Novaro, prosegue con L’Onda di Gabriele D’Annunzio per tornare a piovere di pioggia bella con La pioggia nel pineto di Gabriele D’Annunzio. Poi Il lampo e il tuono di Giovanni Pascoli, La figlia del re degli elfi di Giosuè Carducci, A Silvia Giacomo Leopardi, Fatalità di Ada Negri per poi, in fine, non ha mancato di rallegrarci e intenerirci con una storia in romanesco davvero…

Poesia e Arte

Perché quando il tempo è fatto d’arte, non scorre più per un po’, rimane lì, fermo anche lui, ad ascoltare in silenzio e ad allinearsi con la propria anima.

Geotossicologia e Arte

Un viaggio fra i nodi di Hartmann, il reticolo di Curry, le respirazioni telluriche.
Come respira la nostra terra e come possiamo fare per convivere con lei.
Abbiamo imparato l’importanza degli antichi popoli che ne sapevano più di noi riguardo l’ambiente, accorgendoci che molti studi innovativi sono stati ripresi proprio da così lontano.

La mostra Itinerante, IV edizione

Il 25 settembre 2021, assieme ai miei compagni di viaggio, abbiamo  percorso la IV edizione della performance “La mostra Itinerante”, in bicicletta. Muniti di certificazione viola o violet pass per essere coerenti con questo periodo storico, ci siamo addentrati fra le strade di una Roma sempre incantevole con le opere sulle spalle e la medesima motivazione, abbiamo pedalato per far sì che l’arte possa insinuarsi fra le persone e muoversi fra la gente.

Sandro Taliani, acrilico e ironia su tela

Credo in molte cose ma anche in molte poche…
due di quelle in cui credo sono, la prima: che ognuno abbia un proprio spazio da usare in questo mondo; la seconda: che ognuno di noi abbia il dovere di lasciare un segno nella storia di questo mondo.

La Mostra Itinerante - II edizione

L’idea di portare l’arte fra le persone e far sì che si insinui in ogni quando e in ogni dove, si è compiuta anche questa volta sotto una splendida giornata di sole a Roma.

L’artista, il cinematographer e la fusione delle arti

Ritrovarsi in complicità con un altro artista in modo che la propria arte e quella dell’altro si possano fondere e creare un’opera diversa, un’unicità ancora più singolare delle due unicità fuse insieme, è estremamente raro e prezioso…

La Sacralità del corpo

Il disegno è istinto, è ciò che viene dall’impeto della passione improvvisa. È amore allo stato primitivo. È desiderio incontenibile di tracciare con un gesto qualcosa che rimarrà e di cui si rimarrà appagati subito dopo. Il disegno è ciò che accompagnerà la pittura, di pari passo, con costanza e perseveranza, è ciò che vive in equilibrio assieme all’opera pittorica.

La mostra itinerante. L'arte al tempo del Covid

l’artista è questo. Risana e risuona mentre attraversa la tragedia:  è colui che si prende il tempo e la briga di sentire a pelle, soffrire e superare il dramma per chi non ha tempo, semplicemente perché svolge un lavoro diverso.

Spot Viola.Incisi d'arte

Questi brevi video nascono per contribuire, come stanno facendo moltissimi artisti di ogni espressione, al movimento d’arte e di vita anche “a casa”.

Alba, l'identità accordata

Oggi, 8 marzo, mi piacerebbe poter mettere in evidenza un interessante incontro trasmesso in questi giorni da Rai Radio 3 e realizzato dalla giornalista e documentarista Ornella Bellucci.
Alba, l’identità accordata“, un documentario che spero possiate ascoltare. E’ vero, io le donne le dipingo, ma in realtà sono una rappresentazione, il simbolo di un femminile che appartiene a tutti: uomini e donne, e che apre vasti universi.

Macbeth

Mi sono ritrovata catapultata in un mondo surreale: cieli in che avvolgono lo spettatore fin dalla prima scena dandogli il tempo di entrare e partecipare al dramma, e musiche seducenti che entrano dirette nella parte più profonda di noi.Uno spettacolo coinvolgente appassionato e spietato immerso nel blu di un infinito che ci appartiene, come le nostre miserie.

Oltre la Superficie

Ma è solo un’immagine? Cos’è in realtà un dipinto? Se andiamo oltre la superficie scoprimo un mondo che può appartenerci, un universo nuovo proposto dall’immaginazione di chi crede fortemente in quella dimensione tanto da viverci dentro assieme ai simboli, codici e particolari visibili solo ai più attenti. Un dipinto è un passaggio segreto. Chi avrà coraggio lo oltrepasserà senza troppe domande facendosi travolgere senza riserve nel suo movimento inquietante, turbolento, seducente.

 

C'è Tempo

Il tempo per qualcuno è un orologio da polso da guardare in modo ossessivo, per altri un orologio molle come per Dalì, o ancora un solo attimo chiuso in un viaggio che percorre presente passato e futuro nello stesso istante. Oppure, è un orologio appeso al muro senza lancette, esattamente come quello che ho da anni nel mio studio perché quando si crea, si immagina, si trasforma, si è sospesi e il tempo, semplicemente, non c’è.

Ma se non appaio, Scompaio?

E se non appaio e poi scompaio? fa nulla perché, se non le bruceranno, ci saranno le mie opere a dire bene bene chi sono. E loro, a differenza mia, sono nate anche per mostrarsi. Hanno tutto il tempo che vogliono, non invecchiano, non hanno data di scadenza.

Finché c'è immaginazione c'è Speranza

Esiste un minuscolo immenso mondo che si incrocia fra realtà e immaginazione.
Quello che si fa largo fra la solitudine del sogno in cui accade ogni cosa, e la vita reale dove si è circondati da tanta gente in una apparente non-solitudine. E’ un mondo per pochi, pochissimi, per quelli che credono si possa fare tutto senza avere per forza un fine se non quello dell’attuazione di un’idea immaginata.

Un'opera è come uno specchio

Davanti ad un’opera d’arte, a volte si pensa di scoprire i pensieri dell’artista attraverso la propria analisi credendo poi, di aver compreso le profondità dell’autore. Ma si sa: un’opera è come uno specchio, attraverso lei si può osservare profondamente solo se stessi. La stessa cosa, però, può accadere ad un artista davanti ad una modella in cui, quest’ultima, diverrà per il pittore l’opera in cui riflettersi, il proprio specchio…

Questa è una mostra per adulti

E poi e poi… “Questa è una mostra per adulti” dice la signora al bambino… Ma io mi chiedo: non si potrebbe raccontare al bambino che è nato nudo da l’origine del mondo? Che era bello, piccolissimo, fragile. Che si nasce così, senza vesti, ma poi è stato coperto per proteggerlo dal freddo? Gli si potrebbe spiegare che il nudo (almeno per ciò che mi riguarda), è mostrarsi semplicemente per come si è, e che farsi vedere così, proprio come si è, ci rende… inattaccabili?

Il testamento

Ora parliamo di me: sottoterra sopra la terra per terra… un amico voleva per forza essere cromato e non cremato. Per me che sia una cremazione, (ma verificate che sia morta davvero perché da ragazzina ho letto troppi racconti di Edgard Alan Poe). Sarebbe bello: metà nel mio labirinto-installazione “Ad ogni passo un Minotauro” come onore al viaggio, quello di tutti. L’altrà metà invece…

L'artista e la modella

Quando una modella posa per la prima volta per un artista accade qualcosa di magico e indefinito.
Qualcosa che arricchirà l’artista di una nuova sensazione da aggiungere al proprio segno, e qualcosa che arricchirà la modella e la vedrà partecipe in prima linea di una nuova visione di sé e in cui scoprirà un nuovo senso della bellezza attraverso una nuova “veste”.

Circus

C’è un mondo di puro spietato cinismo in questo Circus che è la vita

Uomini anziani che non lasciano il loro posto di potere neanche sotto tortura, giovani succubi incapaci di prendere decisioni, crudeltà, disagi mentali, paure, un limbo dove noi tutti potremmo andare e anche restare.

Viola e Aetere's

Abbiamo creato un progetto, in origine chiamato progetto viola, in cui si è approfondito il concetto su come un’opera d’arte possa avere un impatto sull’ambiente. Successivamente abbiamo proposto questo studio presentando un nuovo modo di analizzare e osservare un’opera d’arte tramite conferenze, corsi e seminari…

25 novembre

Perché… se ci si pensa bene, se si continuasse a perseguire le donne, gli uomini, i bambini, il diverso per religione, etnia, pensiero non basterà, e si proseguirà poi ad eliminare anche solo per colore di capelli, altezza, forma e probabilmente ne rimarrebbe solo uno, certamente molto soddisfatto questo è sicuro, ma solo.

Ma un artista muore davvero?

Mi direte che quella non è Arte, ma vi assicuro che lo è, e ciò provocherà nell’osservatore, in noi, una sensazione forte e incomprensibile, un fastidio, un amore, un’attrazione, una reazione. Ed è quello il senso, arrivare alla sintesi facendo sì che quel riassunto d’arte possa contenere infiniti vissuti e infinite emozioni da poter inondare l’osservatore di un ascolto mai ascoltato e un vissuto mai vissuto. E un giorno chissà, forse, tutte le arti si uniranno in un solo gestoe saranno davvero la salvezza, la saggezza del mondo.

E' solo questione di memoria

E’ solo questione di memoria, ho pensato.
Quando ero davanti alle case distrutte, le pareti crollate dove si intravedevano quadri appesi e tendine svolazzanti per un vento che ormai non aveva più ostacoli, ho pensato a ciò che non verrà mai ricostruito, alla memoria perduta, ma quando ho visto le pietre a terra ho creduto che il segreto sono loro, che la memoria è lì dentro.

Arte e e-commerce

La scissione tra reale e virtuale è sempre più sottile. (…) ognuno ha qualcosa da dire ed ognuno arreda la propria solitudine… Si fa l’amore virtuale, ci si fidanza sul web, si fa la spesa su internet, cibo, vestiti, scarpe, divani e anche… perché no? opere d’arte. E’ questo il punto, è questa la nuova comunicazione. Possiamo fare infinite riflessioni ancora, ma alla fine,  mi ci sono infilata anche io con grande curiosità e addirittura con un e-commerce.

Brucia opera brucia

Fra  le opere d’arte vendute, buttate per rabbia, terremotate o accidentate mi manca l’opera d’arte… bruciata . Eh sì , perché capita anche questo: un anno fa conobbi una donna dalla capigliatura folta e argentea, dalle argomentazioni più varie e dallo sguardo…