Viola Di Massimo apre nuovamente il suo studio il 12 e 13 dicembre 2015 dalle 18.00 alle 22.00 per due giornate aperte al pubblico, ingresso libero.
Il titolo delle due giornate “Complice della materia”, prende spunto proprio dall'opera a cui sarà dato rilievo nei giorni di apertura:“Complice della materia – monumento alla ferita del bianco” opera numero 327, realizzata nel 2015.
Il legame che si crea fra la materia e colui che ne darà nuova idea e nuova forma, è qualcosa che si insinua lentamente nel profondo, ma solo dopo molte resistenze si comprenderà il senso di questo legame: solo divenendo complici della materia, si può dare inizio alla trasformazione, come per la realizzazione di quest'opera e quelle su pietra che saranno visibili nelle due giornate:
A volte ci vuole tempo per comprendere che una pietra, un ritaglio di legno, o in questo caso di marmo, ha già una storia, e se questa materia è in grado di evocarla questa storia, non ci si può e non ci si deve ribellare cercando di cambiare le regole, al contrario invece, bisogna farsi accompagnare dall'idea, da ciò che questo materiale evoca di continuo, bisogna ascoltare, toccare, cedere, accettare, e divenire unicamente e semplicemente, complice della materia.

L'opera esposta è ideata per un monumento di circa 4 metri di altezza in ricordo delle violenze contro le donne (e delle violenze di genere), passate, presenti e... sappiamo, future.
Un monumento al bianco, alla ferita del bianco.

Per saperne di più riguardo l'opera leggi qui

*quando: 12-13 dicembre 2015
*orario: 18.00-22.00
*per appuntamento: 11.00-18.00
*ingresso libero
*per info e appuntamenti: info@violadimassimo.com – www.arteviola.com - 347 6884960
*dove: galleria studio viola - via r. morandi, 00139, Roma